A.R. for ART

Realtà Aumentata per l’arte ed il turismo
per una fruizione integrata ed inclusiva della cultura

“A.R. for ART” è il nostro progetto per ideare e realizzare degli strumenti in Realtà Aumentata (A.R.) di supporto all’ARTE, intesa come fruizione di beni monumentali e ambientali, centri storici, musei e singole opere d’arte.

Si tratta di una tecnologia che può favorire, migliorare e rendere sempre più immediata l’interazione con i beni culturali, fino a diventare (in prospettiva futura) “immersiva”.

Allo stesso tempo si tratta di un metodo di valorizzazione e promozione culturale inclusivo, poiché la realtà aumentata ci permette, ad esempio, di utilizzare e promuovere l’uso della Lingua Italiana dei Segni (LIS), per dare a persone con disabilità sensoriale (sorde e/o cieche) la possibilità di godere di arte e cultura, e vivere esperienze positive in ambito turistico.

Per una maggiore inclusività, ed una migliore proposta di offerta turistica, è allo studio la ricerca di associazioni ed interpreti di lingua dei segni di altri paesi europei (Inghilterra, Francia, Spagna, Germania, ed altri).

Una prima applicazione pratica di questa “idea” è la realizzazione di  una segnaletica turistica interattiva, con pannelli collocati nei pressi di un bene (culturale, ambientale, museale), dotati di un codice QR: inquadrandolo con il proprio smartphone si accederà ad una scheda che include l’audioguida (in una o più lingue), una videoguida in LIS, una galleria fotografica, un testo. 
Per accompagnare visitatori ed abitanti alla scoperta della città.

I QRCode, codici a risposta rapida (Quick Response), sono una tecnologia relativamente nuova che sta vivendo una ritrovata e rinnovata notorietà (anche i Green Pass usano questa stessa tecnologia). Inventati in Giappone negli anni ’90 in ambito industriale, sono l’evoluzione del codice a barre. E gli smartphone, costantemente connessi ad internet, con le loro fotocamere dotate di lettori di QR code, sono la chiave per accedere ad informazioni illimitate.

Grazie alla disponibilità dell’Amministrazione Comunale, la città di Velletri, ai Castelli Romani,  è il nostro laboratorio a cielo aperto.

Da parte nostra ci auguriamo che la lista dei Comuni che sceglieranno “A.R. for ART” per una valorizzazione interattiva ed inclusiva del proprio patrimonio culturale cresca nel tempo, e lavoreremo con tenacia e costanza per offrire un prodotto che sia sempre migliore e all’avanguardia, per questo la nostra formazione è incessante.

Lista delle città che ospitano pannelli turisti interattivi “A.R. for ART”:

Da una “costola” di A.R. for ART nasce CICERO XXI, il nostro sistema di audioguide museali per il XXI secolo.